Quelle parole sussurrate alla partenza della gara

I momenti che precedono la partenza di una gara sono tantissimi, lunghissimi, per tutti i podisti che stanno lì in fremente attesa. La tensione, come si dice, si taglia a fette e stemperarla non è cosa facile, perché l’adrenalina la fa’ da padrona. Meglio cercare tra la folla di atleti qualcuno della stessa squadra di appartenenza, così da dividere con lui ansia ed emozioni e riuscire in questo modo a far trascorrere gli interminabili minuti, raccogliendo e confidando situazioni. Se poi la gara in questione è un campionato, o serve in qualche modo a contribuire a formare un punteggio complessivo, ancor meglio, sia dal punto di vista della solidarietà degli intenti che da quello della condivisione incondizionata della paura e della voglia di partire.

Fermiamoci ad ascoltare ciò che si dicono Andrea e Luca nell’imminenza di questo cross… Andrea è con la fascia, Luca e col berretto azzurro…

Luca – Andrea, come stai…? Ma che scarpe stai usando…? Ma non avevi detto che avresti usato quelle dell’altra volta?

Andrea – Come sto? Ho dolorini dappertutto…, in particolare alla schiena… Le scarpe? Lasciamo perdere… Ieri sera ho fatto tardi…, ho dovuto fare tardi… Avevo promesso alla famiglia di andare a trovare quei parenti…

Luca – Sì, ma ci volevano le chiodate… La schiena? Non me ne parlare. Oltre alla schiena, io ho un problemino di sciatica che…, speriamo bene. Senti, partiamo insieme, poi vediamo come si mette?

Andrea – Eh sì, lo so che ci volevano le chiodate. Ma i chiodi lunghi o corti? Qui non sai se è bagnato o asciutto, se l’erba è alta o c’è lo sterrato… Comunque, nella fretta, stamattina presto… A stento ho preso un caffè…

Luca – Almeno, ti sei allenato in settimana? Hai fatto un paio di “lavori”?

Andrea – Allenato? Diciamo di sì… Sai com’è, il lavoro…, quello normale… Ho avuto dei problemi…

Luca – Ma dai, partiamo e passa tutto… Ti ricordi di quella volta? Stessa situazione, e poi… Ma che fai, non riesci ad allacciati le scarpe?

Andrea – No, è che questi lacci non sono… Dicevi? L’altra volta…? Sì, sì, mi ricordo… Ti staccai di quasi un minuto…

Luca – Eh, vabbè… Scivolai, in quella curva maledetta… I lacci, fai il doppio nodo, così eviti che si possa slacciare la scarpa, no? Ecco fatto, bravo!

Andrea – Ci stanno chiamando!

La corsa per i podisti è fatta anche di questi momenti, in cui di corsa c’è poco, ma di podismo c’è tutto!

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento