Stamattina, impegno scritto e firmato, al bar

Al mattino è sempre bello e stimolante andare al bar con gli amici, prendere il caffè e intrattenersi a parlare di podismo. E’ un po’ come prendere un qualcosa in grado di farci affrontare la giornata nel miglior modo possibile. Una volta, un famoso slogan di Carosello, diceva: “Contro il logorio della vita moderna”… Stamattina, poi, grazie ad una mia iniziativa, abbiamo raggiunto vertici inusitati…, decidendo perfino di firmare ciò di cui conversavamo. Seguite il dialogo e saprete…

io – Ciao, ragazzi, scusate il solito piccolo ritardo attribuibile sempre al parcheggio…

Paolo – Vieni, vieni… Un caffè al profess…, al presidente…

Ciro – Buon giorno, presidente…

io – No, Ciro, ti prego… Per te io sono Peppe, non il presidente…

Nello C. – E’ vero… Tu sei un nemico… Eh, eh, eh, eh…

io – No, sei un avversario…

Michele – Nello C. sei sempre il solito… Ciro vuole venire con noi…

Paolo – Siamo disponibili, ma… deve insistere…

Nello C. – E deve insistere assai… Eh, eh, eh, eh, eh…

io – A proposito, Nello C., visto che tu hai battezzato, giustamente, Nello P. come “Nellino”, ora io mi prendo la responsabilità di chiamarti “Nellone”. Ti piace?

Nello C. Sì, sì… Senti, Peppe, ma Nellino dice che vuole fare una 21 km… Stamattina sembrava volare, mentre si allenava… Dice che sta seguendo un tuo programma…

Michele – Ma ce la fa’? Non è troppo presto, per lui che tutto sommato corre da poco?

Paolo – Guagliù, si Peppe rice ‘na cosa…, va ta sta…?

Ciro – Sì, vabbè, ma quant’ po’ ffà… doje ore…?

Michele – No, un poco sotto… Una cosa è fare una 10 km, altra cosa una 21 km…

io – Ragazzi, allora devo precisarvi alcune cose… Intanto, quando poco prima di Pasqua Nellino mi confidò di voler partecipare a una 21 km ad inizio ottobre, io gli dissi che gli avrei preparato una tabella particolare… su sua misura; la quale comprendeva il periodo maggio-giugno di preparazione per una 10 km (fine maggio 50’, in gara; fine giugno, sotto i 50’, in gara) e il periodo luglio-agosto-settembre focalizzato per la 21 km. Ora vi dico un’altra cosa. Come spesso vi dico, la corsa è una matematica… Se un podista corre la 10 km, poniamo a 4’ al km e in gara fa’ 40’…, vuol dire che in una 21 km deve aumentare il proprio ritmo di gara di 10” al km…, chiudendo la gara in 1h e 24’… Ora, fatevi voi un po’ i calcoli… Nellino ha corso in 50’ l’ultima gara di 10 km…? Sta sulla buona strada, ma deve continuare ad allenarsi. A fine giugno andrà sicuramente sotto i 50’… Dite voi, di quanto? Questo dipenderà dalla serietà dei suoi allenamenti. Ma poniamo anche il caso che lui, durante il periodo luglio-agosto-settembre, non migliori la sua condizione di base, ma resti al 5’ al km, comunque nella 21 km di inizio ottobre, la chiuderà in 1h e 45’. Personalmente, penso che potrebbe anche sotto questo tempo, ma per prudenza, e poi perché è la sua prima 21 km, non voglio spingermi oltre…

Nellone – EEEEHHHH…

Michele – EEEEHHHH…

Ciro – EEEEHHHH…

Paolo – (Imperturbabile silenzio)…

Io – Ragazzi, poche chiacchiere… (Traggo dal borsello il mio mancabile taccuino, e scrivo quanto segue: Oggi, 29 maggio, presenti Ciro, Michele, Nellone e Paolo, dichiaro che se Nellino prosegue come ho previsto la preparazione per la 21 km di ottobre, la correrà al ritmo di 5’ e 10” al km, chiudendola almeno in 1h e 45’. A seguire, le firme e le stime di:

Ciro (1h 53’)

Michele (?)

Nello (1h 54’)

Paolo (?)

io – Hai capito, Nellino? Guai a te, se….

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento