La cultura sportiva del nostro territorio

L’ASD Team Black Panthers di Torre del Greco, ha organizzato la “Runner Chistam 2018”, ovvero “La corsa di Natale”, per il 23 dicembre, sulla distanza di 10 km (rivelatosi poi di circa 9,200 km…). Alla manifestazione hanno preso parte circa 300 atleti, che si sono dati battaglia lungo le strade cittadine…, sia fra di loro che fra gli automobilisti… Come era infatti prevedibile, la manifestazione si è svolta, a parte il lungomare iniziale, nel bel mezzo del traffico cittadino, reso ancor più caotico dall’imminenza delle festività natalizie. Forse, bisognava transennare qualche tratto stradale, o predisporre qualche persona dello staff in alcuni punti “maggiormente a rischio”… Fatto sta che numerosi podisti hanno lamentato notevoli impedimenti lungo il percorso, al punto tale da fargli perfino arrestare la corsa, nella pratica impossibilità di procedere. A ciò bisogna “dolorosamente” aggiungere che la cultura sportiva del nostro territorio è questa. Essa, di fronte a certe situazioni, è del tutto insensibile, anzi, infastidita e quindi procura nei cittadini una vera e propria avversione verso coloro che praticano uno sport, invece di spingerli ad acclamarli e cercare di imitarli. No, la cultura del nostro territorio enfatizza le occasioni caotiche che si vengono a creare nello sviluppo di un avvenimento sportivo e ingigantiscono quelle che sono le difficoltà oggettive di chi si prende la briga di sobbarcarsi un lavoro improbo, pur di offrire alla cittadinanza un’occasione di crescita e di civiltà. Meno male che i podisti sono gente seria… Così, sono passati sotto silenzio il magro pacco gara (in considerazione del costo del pettorale) e l’altrettanto magro ristoro all’arrivo (anche per la ridotta quantità di acqua). E meno male che i podisti sono gente seria, perché hanno tramutato questo evento in una vera e propria festa dell’amicizia, come solo loro sanno fare…!

E veniamo ai dati “ufficiali”, cioè ai riscontri finali delle classifiche.

Classifica maschile

  • Nigro Giorgio, 31’05” (Carmax Camaldolese)
  • D’Arco Prisco, 31’34” (Isaura Valle dell’Irno)
  • Russo Antonino, 32’35” (Sorrento Runners)

Classifica femminile

  • Palomba Filomena, 36’38” (Running Club Napoli)
  • Stellato Teresa, 38’14” (Pod. Marcianise)
  • Picardi Patrizia, 39’05” (Pod. Il Laghetto)

Classifica di società

  • Erco-Sport, punti 4.766 e 29 atleti
  • Il Parco, punti 3.674 e 29 atleti
  • Angri Runner Club, punti 3.389 e 29 atleti

Infine, due parole su questa manifestazione, in prospettiva futura. Si poteva fare meglio, questo è chiaro a tutti: agli organizzatori, che si sono comunque impegnati al meglio delle loro possibilità; agli atleti, che non… hanno potuto conseguire il loro personal best sulla distanza…, essendo la gara più corta di circa 700 metri… Ovviamente, lo diciamo senza malizia…, e lo diciamo solo perché ancora una volta i podisti hanno dimostrato di avere una bella e grande “cultura sportiva”, che fa’ ben sperare… per il nostro territorio.

Questa voce è stata pubblicata in Gare. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento