La IV ed. della “Vivi San Vitaliano”

Partecipare ad una manifestazione podistica dal di dentro, come atleta, non è la stessa cosa di assistervi dal di fuori come spettatore, o contribuire attivamente con l’organizzazione della gara, affinché tutto vada nel miglior modo possibile. Solo chi corre, come si suol dire, ha il polso della situazione, può avere la pratica occasione di formulare un qualche giudizio che vada al di là di una semplice impressione. Soprattutto se…, come nel nostro caso, si corre per forza di cose lentamente. Ecco, la corsa diventa una piacevole passeggiata, dove si può ammirare il paesaggio ed osservare alcuni particolari che, in altri tempi e in altre occasioni, lo sforzo agonistico non lasciava tanto spazio.

Si è svolta dunque, addì 4 novembre 2018, la quarta edizione della gara podistica di 10 chilometri, denominata “Vivi San Vitaliano”, organizzata dall’ASD San Vitaliano Sporting, in collaborazione con il Circolo Sportivo Culturale di San Vitaliano, la Pro Loco di San Vitaliano e i Patrocini dei Comuni di san Vitaliano e di Scisciano. E infatti i 10 km del percorso, in un circuito unico, hanno attraversato i due Comuni interessati. Diciamo subito che è stata una bella gara e una manifestazione pienamente riuscita. Noi… dalle retrovie non li abbiamo visti…, ma ai primi tre posti, sul podio, sono saliti i seguenti atleti:

  • El Jebli Hajjas, 30’33” (International Security Service)
  • Aich Youssef, 30’35” (Podistica Il Laghetto)
  • Adim Ismail, 31’27” (Caivano Runners)

Nella classifica individuale femminile, si è registrata la situazione che segue:

  • Janat Hanane, 37’22” (Podistica Il Laghetto)
  • Palomba Filomena, 39’57” (Running Club Napoli)
  • Palomba Francesca, 40’06” (Running Club Napoli)

Gli atleti delle tante squadre che vi hanno partecipato, nel bel numero di 788, hanno contribuito tutti a formare la classifica generale a scalare, curata dall’efficace Roberto Todisco, che ha avuto questo esito finale:

  • Caivano Runners, 84 atleti e 34.429 punti
  • Amatori Vesuvio, 70 atleti e 30.079 punti
  • Podistica Normanna, 68 atleti e 23.648 punti

Passiamo adesso alle impressioni del tutto personali e che non vogliono in alcun modo ambire ad essere giudizi inappellabili… Ogni qual volta c’è una “differenza logistica” fra la partenza e l’arrivo, il podista è sempre lievemente imbarazzato: ormai è stato troppo abituato, nelle numerosissime garette domenicali di 10 km, a vedere coincidere, sotto all’unico pallone, sia la partenza che l’arrivo. Proprio non si poteva fare diversamente? Altra situazione. Qualcuno, nel dopo gara, asseriva che la distanza effettiva della gara fosse leggermente più lunga: è vero? Personalmente, ho corso senza il diffuso garmin, o cronometro satellitare, come si chiama questa moderna diavoleria elettronica alla quale faccio fatica ad abituarmi. Infatti, sempre “qualcuno”, diceva che “dipende dai cronometri”… Insomma, ho qualche dubbio sui 10 km… Ripeto, ho corso nelle retrovie, non sono in condizione, e a me la distanza è sembrata… molto, ma molto più lunga dei 10 km previsti. Ma non sono un giudice attendibile. Infine, qualcosa sul costo del pettorale. Era davvero inevitabile arrivare agli 8 euro? Per altro con un pacco gara che si definiva dal volantino come “ricco”, ma… proprio ricco non era? Forse, ci sono stati problemi con gli sponsor? Magari dovuti al cattivo tempo di questi giorni? D’altronde, negli ultimi anni, si è andato affermando un’usanza, nella maggioranza dei podisti, di attendersi nel pacco gara una sorta di spesa domenicale… Quando viene meno questa chiamiamola consuetudine acquisita, sorge sempre qualche disappunto. L’ultima parola però la voglio dedicare a tutte le numerose persone che hanno applaudito me e i podisti che mi stavano intorno. Incitare i primi è facile, ma incitare gli ultimi è sintomo di un elevato senso di cultura sportiva. Complimenti a tutti i cittadini di san Vitaliano e di Scisciano.

Questa voce è stata pubblicata in Gare. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento