Curiamoci con i cibi

L’alimentazione, sembra sciocco ribadirlo, è essenziale alla vita dell’organismo umano. Così come è del tutto inutile ripetere che una corretta e bilanciata alimentazione è la base indispensabile per un’esistenza degna di essere vissuta, senza particolari patologie dovute a disordini alimentari; e che la pratica sportiva, anche se svolta con moderazione, contribuisce a migliorare di molto il cosiddetto “stile di vita”. Tuttavia, la fretta con la quale noi siamo soliti condurre la giornata, può indurci a distrarci sulle reali caratteristiche alimentari dei nutrienti di cui facciamo quotidianamente uso, per cui, forse, un rapido ripasso, riveste una qualche utilità.

AGLIO – L’aglio rappresenta, per il suo contenuto di solfuro e di allile, iodio, allicina e garlicina (che sono antibiotici), eccetera, un ottimo “integratore”, in grado di agire per la disinfestazione del sangue, per la prevenzione di malattie cardiovascolari, per contrastare le malattie virali (in special modo i raffreddori). E’ anche un eccellente vermifugo e poi favorisce il rapporto fra il colesterolo buono e quello cattivo (l’HDL e l’LDL).

CAVOLO – Sorvolando sulle sue proprietà spiccatamente alimentari, che sono tante e importanti, il cavolo è utile in una miriade di patologie, dai tumori al colon al parassitismo intestinale.

CIPOLLA – Vedi “Aglio”.

FIBRE – Per “fibre”, s’intende un elenco (lunghissimo) consistente in frutta, verdura e cibi integrali. Quindi, un buon numero di cibi e una ricca varietà alimentare, dev’essere sempre alla base di qualunque dieta corretta. Perciò, è inutile ricordare la vasta disponibilità di frutta e di verdura alla quale siamo abituati. Le fibre contribuiscono, anzi, sono essenziali al buon funzionamento intestinale e non c’è miglior… viatico per essere in salute.

LIEVITO DI BIRRA – Il lievito di birra, ci si riferisce a quello in cubetti, contiene notevoli quantità di vitamine del gruppo B (che danno “potenza”) e di acido folico. E’ un cibo in grado di “moltiplicarsi”, una volta assunto, cioè rende benefici all’intero organismo; ma in modo particolare ne trae giovamento l’equilibrio batterico dell’intestino, reso più forte nel contrasto ai microrganismi dannosi provenienti dall’esterno.

SEMI – Per “semi” vogliamo intendere: arachidi, mandorle, noci, nocciole e simili. Sono tutti cibi che contengono elevati livelli di acidi grassi essenziali  omega -6, oltre alle altre proprietà universalmente riconosciute (anche se, ovviamente, non se ne devono abusare).

Yogourt – Lo yogourt è un prodotto della fermentazione acida del latte da parte di alcuni batteri e quindi è utile alla fortificazione del sistema immunitario. Inoltre. È un’ottima fonte di calcio e di fosforo ed è ricco di vitamine del gruppo B.

Si capirà che, naturalmente, per “curarsi con i cibi”, non dovrà significare “ingozzarsi” degli alimenti succitati… Diciamo che la moderazione e l’equilibrio dovranno sempre costituire la base da cui partire, tenendo conto anche della nostra…, “situazione anagrafica”…, perché non dovremo mai presumere di avere lo stesso tenore alimentare, in quantità e in qualità, rispetto a quello di qualche decennio addietro. Ecco, forse è questo il punto della situazione… Non potendo fare molto sulla “quantità”, almeno rifacciamoci sulla “qualità”…, dei cibi che mangiamo. Buon appetito!

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento