Correre significa procedere verso un obiettivo

A tutti i podisti viene spesso posta la domanda: “Ma perché corri? Per te che significa correre?” Ognuno da’ la risposta che ritiene più giusta, più opportuna, più “sua” e, detto per inciso, tutte le risposte sono ampiamente valide, perché sono il riflesso di una condizione prettamente personale. Però, proprio per tale ragione, cioè il bisogno di rispondere a un’esigenza personale, secondo me, esiste una “ragione trasversale” che attraversa e accomuna tutti i podisti, o meglio, tutte le loro varie motivazioni che li spingono a correre: “correre significa procedere verso un obiettivo.”

  • Corro per scendere di peso
  • Corro per non ingrassare
  • Corro per muovermi un po’
  • Corro per conoscermi di più
  • Corro perché mi piace
  • Corro perché mi sento più libero
  • Corro per riuscire a farlo in modo più veloce
  • Corro per migliorare i miei personali
  • Corro per poter correre per un’ora
  • Corro per poter correre per più di un’ora
  • Corro per preparare una maratona
  • Corro per sentirmi parte della Natura
  • Corro per stare insieme ai miei amici
  • Corro per aumentare il numero dei miei amici
  • Corro perché faccio parte di una squadra
  • Corro perché fa’ bene alla salute
  • Corro perché la corsa è il gesto più antico dell’uomo
  • Corro per reazione all’uso dell’automobile
  • Corro per combattere lo stress
  • Corro per mantenere un corretto stile di vita
  • Corro per non andare a dormire alla era troppo tardi
  • Corro per non svegliarmi al mattino troppo tardi
  • Corro per mantenere una corretta alimentazione
  • Corro per essere di esempio agli altri
  • Corro per essere di esempio soprattutto ai bambini

Sicuramente, ho tralasciato qualche valida motivazione, ma… che vi dicevo? Per ogni voce di questo elenco, sia pure approssimativo e incompleto, si potrebbe applicare il concetto di cui sopra:

“Correre significa procedere verso un obiettivo.”

Questa voce è stata pubblicata in Amici al bar. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento