Non c’è estate senza anguria

L’estate è la stagione preferita dai podisti, che così possono avere più tempo per correre in libertà. In estate, sembra quasi che la natura abbondi di situazioni e di alimenti, affinché i podisti possano esercitare il loro passatempo preferito nel migliore dei modi; c’è più luce, più tempo, più frutta… A proposito di frutta…, forse, l’immagine alimentare che meglio rappresenta l’estate è l’anguria. Avete mai visto un’illustrazione dell’estate senza una bella e rossa fetta di anguria?

L’anguria, per la classificazione botanica, significa “cetriolo”, ed ha delle rilevanti proprietà dal punto di vista alimentare, soprattutto per il suo elevato contenuto di acqua, che la fanno assolutamente primeggiare in un’ipotetica graduatoria di “frutto dell’estate”. Difatti, la sua assunzione garantisce una gradevolissima pausa rinfrescante alla calura estiva, meglio comunque se avviene lontano dai pasti, proprio per il suo elevato contenuto di acqua. D’altronde, qualche fetta di anguria, può anche servire per combattere il “senso di fame” che a volte ci assale nei lunghi e assolati pomeriggi estivi. Ma vediamo in rapida rassegna i contenuti alimentari dell’anguria, rapportati a 100 g di prodotto:

energia, 30 kcal;

acqua, 90 %;

calorie, 16%;

zuccheri, 3,5%;

proteine, 0,4%;

fibre, 0,2%;

vitamina (A, C, B);

sali minerali (in particolare potassio, fosforo e magnesio).

Facciamo adesso alcune considerazioni sull’anguria. Poiché essa ha funzione diuretica, per il suo alto contenuto di acqua, risulta depurativa. Così come, essendo ricca di potassio è consigliata alle persone che lamentano una certa eccitabilità neuromuscolare e lievi alterazioni della ritmicità del cuore. Ma perché, a volte ci chiediamo, l’anguria è rossa? Perché contiene il “licopene” (come il pomodoro), che è una sostanza antiossidante, cioè che contrasta l’invecchiamento cellulare e agisce pertanto contro i radicali liberi.

Infine, una curiosità. Nell’anguria è presenta la “citrullina”, che è un vasodilatatore, vale a dire è una sostanza paragonabile al “viagra”… Però, attenzione, non abbuffiamoci ulteriormente di anguria più di quello che già facciamo: la citrullina, nell’anguria, è contenuta soprattutto nella buccia….

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento