Avere birra in corpo

“Avere birra in corpo”, significa avere energia. Ma è proprio così?

Sì, la birra è una bevanda energizzante che si ottiene dalla fermentazione alcolica di mosto a base di malto d’orzo aromatizzata con luppolo. La troviamo in tutte le culture antiche, soprattutto in quella egiziana. Si pensa che la sua diffusione sia stata contemporanea a quella del pane, poiché gli ingredienti sono gli stessi. Giusto per fare un cenno della sua importanza, la si dava mista a miele ed erbe aromatizzate, ai bambini le cui mamme non potevano allattare. Ma gli esempi che si potrebbero fare sono tantissimi e ci porterebbero fuori tema. Ci limiteremo alla cultura degli antichi romani, in cui la birra veniva data ai sodati, perché sopportassero meglio la sete e la fatica; e all’etimologia della parola che, dal latino volgare “biber”, vuol dire “bibita”, “bevanda”.

Quindi, la birra può fregiarsi a pieno titolo di essere una bevanda molto utile ai podisti…, a patto ovviamente di essere assunta con una certa moderazione…, perché contiene pur sempre alcol, che è una sostanza a cui bisogna guardare con sospetto…, o almeno diciamo con attenzione.

Ma quali sono, in concreto, le virtù della birra? Quali sostanze contiene da farla diventare una bevanda adatta ai podisti? Passiamole in rapida rassegna:

Acido folico (indicato nella formazione dei globuli rossi e con azione antianemica);

Agisce contro i radicali liberi (i radicali liberi possono essere cause di infiammazioni);

Azione positiva sul sistema cardio-circolatorio (il che è sempre un bene);

Favorisce la diuresi (quindi, aiuta il naturale funzionamento delle reni);

Previene il rilascio del calcio nelle ossa (altra cosa utile al podista);

Rapporto calcio-fosforo quasi ottimale (utile al buon funzionamento muscolare);

Vitamina B2 (la quale agisce sul metabolismo energetico);

Vitamina PP (che consente l’utilizzo ottimale di proteine e grassi);

Zuccheri (soprattutto maltosio).

Insomma la birra, oltre ad essere buona fa’ anche bene; è un prodotto salutare e nutriente e aiuta a mantenere un certo equilibrio organico. Però, non dobbiamo mai dimenticare che è una bevanda alcolica, per cui è sempre bene non eccedere nel suo consumo. Un paio di bicchieri al giorno non minacciano l’integrità fisica del podista, diciamo non più di mezzo litro, che comunque contiene dai 20 ai 30 grammi di alcol. Forse, non tutti sanno che la soglia massima consentita per un podista è di 40 grammi mentre per una podista è di 30 grammi.

Quindi, un bel bicchiere di birra alla salute di tutti i podisti. Prosit!

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento