Cose vere per podisti che vogliono dimagrire

Dopo aver indicato agli amici podisti le cose false per dimagrire, passiamo a quelle vere, a quelle giuste, a quelle che non hanno… “subìto l’affronto della confusione” in un’epoca come la nostra contrassegnata da troppe informazioni che spesso fanno fraintendere la “realtà vera”. Qualcuno si potrebbe chiedere sul perché abbiamo anteposto le cose false a quelle vere. La risposta è semplice: “podisticamente” parlando, è meglio non partire, che partire col piede sbagliato…

Così come per le cose false, le cose vere sono tali e tante che ogni podista abituale ha imparato a riconoscerle, per cui forse la lettura che segue potrebbe risultare perfino un po’ noiosa. Tuttavia, un piccolo e parziale ripasso è sempre consigliabile, ricordandosi che le situazioni indicate fanno riferimento quasi esclusivamente alla… “sfera alimentare”.

Verità 1- Per dolcificare, al posto dello zucchero, è meglio usare il fruttosio.

E’ vero. Il fruttosio, a differenza del saccarosio (il normale zucchero da cucina) è da preferirsi, perché non provoca sbalzi nei livelli di glicemia e quindi stimola molto meno gli adipociti (le cellule del nostro organismo dove vengono depositati i grassi).

Verità 2- Quando si comincia a correre, l’ago della bilancia sale.

E’ vero. Quando si comincia un’attività fisica come quella del podismo, si perdono “grassi”, è vero, ma si “acquistano muscoli”, nel senso che si diventa più pesanti. Questo però, avviene solo all’inizio, poi la corsa farà il suo seguito…

Verità 3 – Bere molta acqua aiuta a dimagrire.

E’ vero. L’acqua è l’indispensabile “condimento” del nostro organismo ed è la base che consente il buon funzionamento metabolico. Per dimagrire, uno o due litri di acqua al giorno facilitano l’eliminazione dei cuscinetti (depositi di grassi), veri e propri responsabili dell’odiata cellulite.

Verità 4 – Per eliminare i grassi è meglio correre a lungo lentamente che veloci per poco tempo.

E’ vero. Quando si corre veloce, si perdono zuccheri, quando si corre lento si perdono grassi. Però, dal momento che è “più facile” correre lenti che veloci, o almeno correre lenti lo si ottiene più facilmente per un tempo maggiore, è conveniente adottare “questa strategia”, per bruciare i grassi e ridurre il peso in eccesso.

Verità 5 – Le proteine aiutano a non accumulare grassi.

E’ vero. Detto in altri termini, quando l’organismo riceve carboidrati (pane, pasta, riso…), li immagazzina sotto la forma di grassi, mentre per le proteine questo meccanismo non si verifica.

Verità 6 – Mangiare verdure significa assumere fibre e quindi regolare meglio l’intestino.

E’ vero. Uno dei motivi per cui si sta bene e si perde peso è quando la nostra funzione intestinale è ben regolata. Le fibre contenute nelle verdure (e anche nella frutta) attivano al meglio la nostra peristalsi.

Verità 7 – Per dimagrire può bastare ridurre le quantità dei cibi del 20%.

E’ vero. Si potrebbe definire uno dei rimedi della nonna”: si vuole dimagrire? Basta mangiare un po’ di meno. In effetti, adottando questo semplice accorgimento, alimentarsi con maggiore moderazione, significa abituare poi nel tempo il nostro organismo a una “minore richiesta” di alimenti. Non dimentichiamo mai che l’uomo, in tutte le sue funzioni, è estremamente adattabile e che, superata la primissima fase di adattamento alimentare (anche un paio di settimane), basterà ad esempio ridurre il piatto di pasta di 100% di un 20%, per ottenere un “miglioramento visivo della bilancia”, fermo restando che l’accorgimento in questione non dovrà limitarsi solo ai cibi, ma anche ai condimenti.

 

Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento