Referto medico

Cognome: Volpe

Nome: Giuseppe

Nascita: Napoli, 19-12-51

Situazione sanitaria: infortuni recidivanti, consistenti in microfratture ai polpacci, risentimenti tendinei di gonartrosi (dx e sx), infiammazione al tendine tibiale dx.

Anamnesi – Il paziente risulta iscritto all’Erco-Sport dall’ottobre del 1993. In precedenza aveva già corso una maratona (Cesano Boscone, 1989) e alcune stracittadine come “libero”. Pertanto, si può affermare che il paziente corre da 30 anni, in maniera continua e impegnativa. Non stupisce, quindi, che negli ultimi 4/5 anni si registri un notevole calo di prestazioni. Ma è stata ugualmente richiesta un’analisi della situazione, per un duplice scopo: se sia latente una qualche implicanza fisiologica che determini lo scadimento dei risultati; se sia possibile ipotizzare una ripresa, sia pure parziale, a fronte dell’età che comincia ad essere rilevante (attualmente appartiene alla cat. M65) e dei ripetuti infortuni avvenuti di recente (con una frequenza quasi settimanale). All’uopo, si programmano le analisi del sangue e una visita ortopedica.

Analisi del sangue

ematocrito    37-54%

eritrociti        4,7-5,2%

leucociti         5,9% (globuli… blu…!)

piastrine        150-450

emoglobina   14-16 g/dl

colesterolo    200 mg/dl

ferro               65-175 g/dl

creatina         0,6-1,5 mg/dl

Tutti i valori risultano nella norma. Ma incredibilmente e inspiegabilmente i leucociti (globuli bianchi) sono globuli… blu! Nella letteratura medica non si era mai registrato un dato simile. Ragione per cui si ritiene deontologicamente necessario trasmetterne nota al… Ministero della Salute…, che informerà l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)!

Visita ortopedica

La visita è stata prescritta, affinché tramite l’esame obiettivo si possa verificare la presenza o l’assenza di determinate patologie e quindi orientarsi nel prescrivere accertamenti adeguati per giungere alla diagnosi. L’ispezione, la palpazione e la percussione delle parti interessate al fine di appurare le condizioni generali del paziente e per assumere informazioni utili a rinforzare la cognizione del quadro clinico sono state prescritte delle radiografie delle parti recentemente infortunate.

Diagnosi

Dalle analisi del sangue risulta un quadro complessivo soddisfacente. Spicca il dato relativo ai leucociti, che non sono bianchi, ma… blu. L’eccezionalità del rilevo costituirà fondamento necessario per la formulazione della diagnosi. Dall’osservazione delle radiografie degli arti interessati, si evince un “logoramento corrosivo dei legamenti con affaticamento muscolare, accentuato da artrosi conclamata e da eccessiva attività motoria”.

Prognosi

Il paziente risulta affetto da “ercosportite cronica”, malattia assai particolare, contro la quale la moderna medicina non conosce rimedi efficaci. Inoltre, si… sospetta una “tendenziale cortocircuitalità” delle sinapsi nella zona dell’ipotalamo, il che rende l’intervento terapeutico ulteriormente aleatorio. Pertanto, nell’impossibilità d’indicare una terapia idonea, si consiglia di avvertire gli amici della squadra per poter essere da loro coccolato e incoraggiato a non disperare. In effetti, il solo e semplice far parte dell’Erco-Sport, il partecipare alle gare, il fare baldoria con gli amici durante gli allenamenti, costituisce la cifra e la misura di una vita serena e spensierata, degna di essere vissuta.

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Amici al bar. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento