Per avere più forza nei muscoli

Ci è stata posta una domanda su come avere più forza nei muscoli, indipendentemente dal classico “potenziamento muscolare” ottenibile con la corsa in salita o con la partecipazione a gare di cross. Rispondiamo volentieri, allargando la possibile schiera degli interessati non soltanto ai podisti che si cimentano su strada, ma anche a coloro che intendono prepararsi per le gare su pista.

Ovviamente, ci rivolgiamo a una platea di podisti che non abbiano superato di molto gli “anta”. Anzi, meglio sarebbe se non li avessero affatto superati e neanche avvicinati, perché a certi “livelli”, è più prudente attenersi ad una metodica attività di stretching per perseguire una consigliabile mobilità articolare e una buona tonicità muscolare in senso lato.

Le possibilità di lavoro sono varie: palestra fornita di opportuni macchinari, utilizzo di pesi, esercizi a carico naturale, esercizi di reattività neuromuscolari (andature, balzi, skip), ostacoli. Non sono naturalmente “proibite” studiate corse medie, nonché salite corte effettuate a ritmo veloce.

Si consigliano almeno due sedute settimanali, durante i mesi di novembre e di dicembre, sedute nelle quali si può anche smettere di correre dopo il riscaldamento, per concentrarsi nelle esercitazioni programmate; salvo poi riprendere la corsa (sempre in maniera blanda), fino al raggiungimento almeno dell’ora complessiva. Se sono in programma gare indoor o cross durante i mesi di gennaio e febbraio, e solo in questo caso, sarà possibile effettuare una sola seduta settimanale. Giunto il mese di  maggio, periodo nel quale si intensificano le gare soprattutto su pista, sarà opportuno smettere del tutto le sedute di potenziamento muscolare e concentrarsi sugli impegni agonistici ufficiali.

Per coloro i quali intendano gareggiare in maniera “quasi ossessiva”, cioè tutte le domeniche o in tutte le occasioni, durante l’intero periodo agonistico, consigliamo di dare spazio agli esercizi di reattività neuromuscolare, nelle fasi di riscaldamento prima di un allenamento specifico: un 5-10 minuti saranno sufficienti. Sicuramente, questo è un ottimo sistema per tenere un buon controllo del tono muscolare durante l’intero periodo agonistico.

 

Questa voce è stata pubblicata in Allenamento. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento