A Marigliano, per San Sebastiano

Si è svolta a Marigliano la prima edizione del “Trofeo International Security Service”, denominata “Corri per San Sebastiano”, gara podistica di 10 km organizzata dall’ASD International Security Service, sotto l’egida della FIDAL e con il patrocinio del Comune di Marigliano.

La gara, che vedeva alla partenza quasi mille partecipanti provenienti da tutti i comuni della Campania, è partita alle ore 9,15 ed è stata, in tutti i momenti del suo svolgimento, sia per la parte tecnica che per quella organizzativa, brillantemente e sapientemente commentata dall’ottimo speaker Gennaro Varrella, che ancora una volta ha dimostrato di sapere usare ottimamente… le scarpette e il microfono…, indifferentemente dalla funzione che vuole svolgere, ovverosia ottimo campione o valente comunicatore.

Un altro motivo che ha reso la giornata godibile per tutti, ai numerosi atleti partecipanti, nonché agli interessati spettatori dell’avvenimento, è stata la buonissima efficienza della “macchina organizzativa” della società International Security Service, che ha dimostrato di aver raggiunto non soltanto in ambito podistico una dignità di risultati che rasenta l’incredibile.

Non è riuscita a guastare la buonissima riuscita della manifestazione neanche un po’ di pioggia che però ha bagnato solamente i podisti giunti al traguardo nelle retrovie. Per il resto, sembra che perfino le condizioni atmosferiche non abbiano voluto interferire nella magia della mattinata, che poi a qualcuno degli autoctoni è parso un tributo al loro santo patrono, San Sebastiano, al quale infatti la gara era intitolata.

Ma veniamo agli esiti finali ed ufficiali. La International Security Service l’ha fatta veramente da padrona, perché le prime posizioni sono state tutte di atleti appartenenti alla sua società. A dire il vero ciò era nelle previsioni, ma fa’ sempre colpo, sportivamente parlando, centrare il podio in una maniera così totale. Già al passaggio del primo dei due giri del percorso, leggermente superiore ai  10 km (10,150 km), ricordato prontamente da Varrella, si è profilato chiaramente quello che sarebbe stato il risultato finale. Nel velocissimo finale, ha un po’ ceduto l’infortunato Lamachi, rincuorato da parole appassionate da Varrella come solo un grande competente può fare. Infatti, lo straordinario atleta di origine marocchine, una volta giunto al traguardo, mostrava a chi lo osservava nella deambulazione (cioè noi…), una certa riduzione muscolare alla coscia destra che, evidentemente ed inevitabilmente ne ha condizionato la prestazione, pur essendosi realizzata da un riscontro cronometrico di assoluta rilevanza. Comunque nel finale, si è confermata la gara di livello sotto tutti i punti di vista, perché i primi due, Iannone e Boufars, sono arrivati mano nella mano, quasi a suggellare un’intesa che travalica i semplici confini dello sport, o che forse li amplifica. Terzo, inutile dirlo, il loro compagno di squadra, l’altrettanto ottimo Giovannelli, preconizzato alla partenza da Varrella come un personaggio di cui… sentiremo sempre più spesso parlare!

Bella anche la gara al femminile, che ha fatto registrare il dominio di  Lombardi Marina, e che ha vissuto un epilogo per certi versi analogo a quello maschile, per quanto riguarda la volata finale per il secondo ed il terzo posto. Alla fine, solo per un paio di secondi di differenza, ha prevalso Fioccola Valeria su Barbati Cathy.

Nella speciale classifica delle società, ha primeggiato la compagine della Podistica Frattese. Questi i risultati definitivi, tratti dalla preziosa ed utile gestione di Pasquale Pizzano:

Classifica individuale maschile

  • Iannone Gilio             32’57”   Sec. Serv.
  • Boufars Hicham           “                “
  • Giovannelli Raffaele 32’44”         “

Classifica individuale femminile

  • Lombardi Marina 39’57”   Atletica Marano
  • Fioccola Valeria    42’23”   Sec. Serv.
  • Barbati Cathy        42’25”   Tifata Runners Caserta

Classifica di società

  • Podistica Frattese  33967  punti e 76 atleti
  • Amatori Vesuvio    28941  punti e 73    “
  • Caivano Runners   26329  punti e 58    “

In circostanze simili, è veramente il caso di dire, o pensare: “Arrivederci alla prossima!”

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento