La prova pratica dell’inesistenza di Dio

bar-sport-podisticamente-it

Tizio e Caio sono seduti al tavolino del “Bar del podismo”, accanto ad un caffè bollente. Hanno l’aria un po’ annoiata e si apprestano a prendere qualche bustina per dolcificarlo.

TIZIO – Zucchero, miele, dolcificante, zucchero di canna…, che vuoi, Caio?

CAIO – Zucchero…, zucchero…, però poco…, il caffè dev’essere quasi amaro.

TIZIO – Perché, sei a dieta? La vita è già tanto amara…

CAIO – No, sto cercando, quando posso, di non esagerare. Questo è già il secondo caffè, da  stamattina, sai com’è… Piuttosto Sempronio, non si è proprio visto…

TIZIO – Eh sì, l’ho incontrato poco fa; mi ha detto che andava dal nipotino che ha la febbre alta. Una febbre “di crescenza”, ha detto. Sai cos’è?

CAIO – Sì, sì, lo so. Ricordo quando venne al mio primo figlio: la febbre di crescenza. Cioè un bambino, nella sua fase di crescita mi diceva il pediatra, ha di questi periodi: sta male…, ma è un bene che sia così, significa che sta crescendo… Ma che discorsi sono! E’ da quel periodo che ho litigato con Dio!

TIZIO – E che c’entra Dio?

CAIO – C’entra, c’entra. Com’è, io sono “onnipotente”, cioè posso fare tutto quello che voglio, capisci?, “tutto quello che voglio” e non mi organizzo per far crescere i bambini senza queste atroci sofferenze?

TIZIO – E il peccato originale…, te lo sei dimenticato?

CAIO – Ma quale peccato originale può aver commesso un bambino di un anno? Se vuoi prenderti una giusta rivalsa contro qualcuno, contro il genere umano che ti ha disubbidito, prenditela con gli adulti, con quelli che ti hanno fatto il torto. Ma che c’entrano i bambini?

TIZIO – Però, queste malattie servono per irrobustire il fisico.

CAIO – Appunto. Sono “onnipotente”? Allora faccio irrobustire i fisici dei bambini senza che soffrano! Anzi, ti dirò di più. Questa “indifferenza” nei riguardi dei bambini mi sta proprio sulle palle! Penso ai bambini che nascono deformi, a quelli down, e via discorrendo. Ma dai! Si vede proprio che Dio non ha il controllo sulla natura e che la natura è del tutto indifferente ai destini dell’umanità!

TIZIO – Caio? Il caffè s’è fatto freddo…

CAIO – Non lo voglio più…

 

Questa voce è stata pubblicata in Amici al bar. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento