Amica ombra

Noi podisti siamo anche un po’ vanitosi, ammettiamolo. Ne abbiamo ben donde, perché facciamo sport, stiamo bene in salute, siamo contenti di quello che facciamo e, cosa non trascurabile, dimostriamo in media 10 anni di meno rispetto ai sedentari (che non dobbiamo chiamare normali, ma subnormali, peOmbrarché i normali siamo noi…).

Detto questo, dobbiamo però subito affrettarci a precisare che molti di noi non unicamente per civetteria assumono certi atteggiamenti, quando ad esempio corrono nelle vicinanze delle vetrine dei negozi e si guardano attentamente: essi scrutano nei pochi attimi del passaggio la loro postura di corsa. E riescono il più delle volte “ad assumere” giuste informazioni: l’esperienza maturata nei lunghi anni di attività non si smentisce.

E a proposito di lunga attività nel frattempo maturata, vorremmo permetterci di dare un consiglio a vecchi e nuovi podisti per quanto attiene il controllo della propria postura nell’atto della corsa. Avete presente il detto “seguire come un’ombra?”. BeMM-Alpe-di-Siusi-2ne, noi tutti abbiamo un’amica, che è sempre insieme a noi, che è sincera e ci dice tutto ciò che serve alla comprensione di noi stessi: l’ombra. Forse non ci avete mai fatto caso, ma nelle giornate assolate e con il sole che non è posizionato di fronte a noi (se cioè la nostra ombra non cade all’indietro), abbiamo come una fotografia in movimento del nostro gesto. Lì, in quell’immagine, ci viene fatto vedere senza infingimenti ed edulcIMG_6760-Copiaorazioni (le ombre sono sempre nere…) come stiamo correndo. Punto. Possiamo notare la posizione del busto, della testa, l’angolo di oscillazione delle braccia, l’appoggio del piede, tutto insomma. Essa scompare quando cerchiamo di correre in un tratto ombrato per proteggerci dal sole che a volte è veramente insopportabile, però quando siamo costretti ad impegnare un tratto di strada assolato…, “consoliamoci” con il sapere che potremo utilizzare quello spazio nell’osservazione di noi stessi che, in altri termini, la nostra osservazione può assumere anche una valenza tecnica di non trascurabile rilevanza.

Così, della nostra pratica podistica fatta con impegno, non ci potrà essere…, nessuna ombra!

Così, della nostra pratica podista fatta con coraggio, non avremo paura della…, nostra ombra!

 

Questa voce è stata pubblicata in Allenamento. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento