La medaglia di legno

“Meglio quinti che quarti”, viene da dire, pensando alla grande delusione degli atleti italiani arrivati quarti nelle llogo-olimpiadi-brasile-rio-2012oro finali alle Olimpiadi di Rio. Poveri ragazzi: quattro anni di sofferenze, di sacrifici, di speranze, vanificate da qualche decimo di secondo, o da qualche centesimo di punto, per vincere cosa poi? Quella che in tono spregiativo, e quasi di scherno, si usa definire “medaglia di legno”. Le lacrime di questi valorosi ragazzi le porteremo sempre nel cuore, insieme al nostro ringraziamento per quello che, comunque, sono riusciti a fare perché, signori, arrivateci voi per favore quarti a una finale olimpica!

Conoscete i nomi dei ragazzi che hanno pianto per la loro, e nostra, delusione? Eccoli:234032096-19851355-ed74-4bb7-bea9-5964493c1e65

  • Matteo Marconcini, judo 81 kg;
  • Lucilla Boari, Claudia Mandia,

Guendalina Sartori, tiro con l’arco;

  • Federica Pellegrini, 200m stile libero;
  • Stefano Oppo, Martino Goretti,

Livio La Padula, Pietro Ruta, canottaggio, 4 senza;

  • Francesco Fossi, Romano Battisti, canottaggio, 2 di coppia;192406304-02d3fdde-29aa-4cf1-a61e-2e8c7c48e7e2
  • Petra Zublasing, carabina, 50m, 3 posizioni;
  • Andrea Cassarà, Andrea Baldini,

Daniele Garozzo, Giorgio Avola, scherma, fioretto a squadra;

  • Irene Vecchi, Rossella Gregorio,

Loreta Gulota, Ilaria Bianco, scherma, sciabola a squadra;

  • Vanessa Ferrari, ginnastica artistica, corpo libero;
  • Antonella Palmisano, marcia, 20 km.

Quasi quasi lanciamo una proposta. Bisognerebbe, per un giusto riconoscimento a chi si è battuto anche per noi e che un destino beffardo sembra si sia fatto beffe di lui o di lei, che il CONI istituisse la “medaglia di legno”, che restituisca dignità sotto forma di riconoscimento morale attraverso un compenso economico a fine risarcitorio, per l’impegno profuso e per il prestigio che ha portato all’intera nazione. Visto che per l’Italia una medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio 2016 vale 150.000 euro, d’argento coni75.000 euro e di bronzo 50.000 euro, quella di “legno” si potrebbe pensare di stabilirla nella quota di 25.000 euro.

Diciamo sciocchezze?

Questa voce è stata pubblicata in Diciamola tutta. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento